Come ottenere il sound del chitarrista dei MUSE Matthew Bellamy

Il .

matthew bellamy live

Ricreare il sound di Matthew Bellamy con una strumentazione essenziale.

Negli anni il sound del chitarrista dei MUSE è diventato un vero e proprio punto di riferimento per molti musicisti Alternative e Indie rock, tra cui io stesso, grazie alla creazione di nuove sonorità e alla miscelazione di vari effetti. Vediamo dunque come poter ricalcare questo suono con una strumentazione essenziale.

La Chitarra

Matthew Bellamy utilizza quasi sempre un suono molto distorto e aggressivo, se ne deduce quindi che la scelta della chitarra è relativamente importante. La cosa principale da considerare è il fatto che Matt utilizza sempre il pickup al ponte, e questo deve essere un Humbucker con un volume medio alto. In generale un Seymour Duncan dovrebbe funzionare egregiamente. Alcune delle chitarre che potrebbero essere utilizzate sono:

cort mbc1 60La Cort MBC1, la signature economica delle Manson che Matt utilizza regolarmente. E' davvero una chitarra valida, l'estetica ricalca esattamente quella originale e come suono soddisfa i requisiti che le vengono richiesti! E' leggera e attualemte si può reperire nuova al costo di 550 euro.

stratocaster hss 60Una Fender Stratocaster HSS, ovvero con un pickup humbucker al ponte. In questo caso avremo anche il piacere di suonare uno strumento dai suoni puliti molto validi e con un manico molto scorrevole. Molto probabilmente una chitarra del genere l'abbiamo anche già disponibile in casa!

gibson les paul standard 60Una Gibson Les Paul Standard, Studio, o anche altri modelli. Matt all'inizio della sua carriera ha utilizzato diverse Gibson quindi non vedo perché non proporla come una possibile scelta. Non ho esperienze approfondite con queste chitarre perché non amo particolarmente la marca.

ibanez rg 60Una Ibanez RG o simili. Le Ibanez a mio avviso possiedono un suono pulito abbastanza penoso, ma distorcendole questo fattore svanisce e vista l'estrema aggressività dei pickup DiMarzio, queste chitarre risultano idonee per suonare questo stile.

I Pedali

I pedali sono una parte fondamentale per ricreare il sound del chitarrista dei MUSE. Matt utilizza quasi sempre la chitarra distorta e il pedale usato in prevaleza è il fuzz Zvex Fuzz Factory. Nel rack del tour ne possiede diversi, ognuno impostato per generare un timbro di fuzz diverso. L'altra distorsione principale che utilizza è quella valvolare della sua testata Diezel oppure della Marshall. I pedali e gli effeti utilizzati da Matt sono tantissimi, ma per ottenere un suono molto simile al suo è sufficiente utilizzarne solo un paio:

zvex fuzz factory small Zvex Fuzz Factory. E' un fuzz dal suono molto particolare e elettrico. E' stato integrato in quasi tutte le chitarre di Matt, così da poter interagire con i potenziometri in tempo reale mentre si sta suonando. E' anche un pedale che emette dei fischi, detti oscillazioni, diventati un tratto distintivo di alcune canzoni come l'intro di Plug in Baby e l'assolo di Citizen Erased.

digitech whammy v 5 versione 60Digitech Whammy V. Pitch Shifter utilizzato costantemente fin dalle prime canzoni dei MUSE nel lontano 1999 e diventato un tratto inscindibile della sonorità di Matthew Bellamy. E' il famoso pedale che viene usato per portare l'intonazione di una nota alla sua ottava tramite il glissato. Una delle ultime canzoni in cui questo effetto può essere sentito è Reapers, durante l'assolo.

Fulltone OCD v2 60Fulltone OCD: Questo pedale non è presente tra la strumentazione di Matt, ma con esso personalmente riesco a suonare quasi tutti i distorti delle sue canzoni. L'OCD crea una saturazione molto versatile che parte da un leggero overdrive fino a sfociare in un pesante high gain, in base a come viene impostato il grado di distorsione. Tra le distorsioni che si potrebbero utilizzare ti invito a visitare la pagina dedicata alle migliori distorsioni per chitarra.

line6 echo park 60

Line6 Echo Park. Versione compatta del delay a rack Line6 Echo Pro. Questo delay, oltre ad essere di ottima qualità, è utilizzato da Matt dal lontano 1999, prima in versione a 4 switch (Line6 DL4) e successivamente in versione a rack dal 2003. Nel tempo, sebbene abbia cambiato molta strumentazione, non si è mai staccato dal delay Line6, a dimostrazione della sua ottima qualità del suono.

L'amplificatore

vox ac30 cc2 head 60brunetti singleman head 60Nel caso dell'amplificazione abbiamo due possibilità: utilizzare un amplificatore con un ottimo suono pulito per poter ottimizzare le distorsioni dei singoli pedalini, in questo caso amplificatori come il Vox AC30, il Brunetti Singleman o in genereale un qualunque Fender valvolare farebbero al caso nostro. Questo è il settaggio che utilizzo personalmente nel gruppo ABSOLUTE - MUSE Tribute Band, dai un'occhiata alla mia pedaliera.
diezel vh4 60marshall jcm2000 60La seconda possibilità riguarda il preferire la distorsione valvolare dell'amplificatore, al posto di quella dei pedalini. Matt utilizza una testata Diezel VH4 e una Marshall JCM2000 DSL 100, quest'ultima si riesce a reperire usata anche sui 500 euro e potrebbe essere una buona scelta. Matt ha dichiarato che sul palco utilizzano soprattutto amplificatori Marshall perché anche se li si sbatte in terra continuano a funzionare..

kemper black 60Dal tour del 2013 sia Matt che Chris utilizzano il Kemper in sostituzione ai loro amplificatori, così da ottimizzare gli spazi e soprattutto il peso della strumentazione da trasportare per ogni concerto. Il Kemper riesce a "catturare" il suono degli amplificatori e a riprodurlo fedelmente, deduco quindi che in esso siano stati salvati tutti i suoni puliti e distorti di cui Matt abbia bisogno dal vivo.

Pedali e chitarre IN VENDITA

pool 293Ti interessa il pedale di cui hai appena letto la recensione? E' possibile che io lo abbia in vendita sulla mia pagina di mercatino musicale quindi vai a dare un'occhiata!

Tutti i marchi e le immagini appartengono ai legittimi proprietari.
Testi: © 2014 - 2019 Copyright Alberto Dessì. Vietata la copia anche parziale.
Note Legali - Privacy - Cookie Policy

facebook youtube Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, necessari per il suo funzionamento e utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.