Recensione del pedale Fulltone OCD V2 - 2017

Il .

Voto: 5/5 - Dinamico e versatile, molto presente sui medio-bassi.

fulltone ocd v2 350Il 15 giugno 2017 la Fulltone ha rilasciato la prima vera seconda versione di uno dei suoi pedali più famosi, l'Obsessive Compulsive Drive, conosciuto più semplicemente come OCD.

Questo pedale possiede gli stessi controlli del precedente: il controllo Volume che permette di aumentare i db a livello di un booster; il controllo Drive che in base a come viene impostato può generare un leggero overdrive, un'ottima distorsione dinamica oppure una high gain; infine il potenziometro del Tono che permette di equalizzare perfettamente il suono partendo da una posizione flat a ore 12.
Il piccolo switch HP/LP posizionato in alto ha invece una funzione diversa dalla precedente: se selezioniamo HP avremo un suono più British, come se stessimo utilizzando un amplificatore Vox o Marshall, mentre LP tende a non modificare il timbro della chitarra e all'amplificatore che si sta utilizzando, impostazione consigliata anche se lo si utilizza come un booster.
Può essere alimentato tramite batteria interna oppure tramite alimentatore esterno dai 9 ai 18 Volt DC, con pin centrale negativo (classico Boss) con assorbimento intorno agli 8 mA. Se alimentato a 18 volt fornisce più dinamica e il massimo di silenziosità!
Per tutte le differenze in confronto alle versioni precedenti ti consiglio di dare un'occhiata all'articolo che ho scritto a riguardo dove spiego come riconoscere tutte le versioni del Fulltone OCD uscite fino ad ora.

In confronto alle versioni precedenti il suono del Fulltone OCD V2 è veramente molto diverso, siamo su tutta un'altra sponda e quindi se ti piace il suono del tuo attuale OCD V1.x ti consiglio di tenertelo ben stretto perché ora tutte le V1 sono fuori produzione!!

fulltone ocd v2 circuit smallAll'interno del pedale c'è un piccolo switch tramite cui scegliere se utilizzare la funzione True Bypass o Enhanced Bypass, quest'ultimo è in pratica un Buffer 2.0, che promette di non tagliare le dinamiche del suono e diminuirne il volume del segnale come spesso capita con i soliti pedalini economici provvisti di buffer. Questa funzione è ovviamente consigliabile se utilizzi vari pedali in catena e quindi alcuni metri di cavo in più, e il pedale viene venduto con questa opzione già impostata, che personalmente non ho avuto bisogno di disabilitare.
Aprendo il pedale salta subito all'occhio il nuovo circuito interno dell'OCD e si deduce che anche la Fulltone (purtroppo) ha abbandonato i classici componenti elettronici per passare a quelli miniaturizzati, detta tecnologia SMT, grossa pecca a parer mio. Essendo questa tecnologia abbastanza nuova, almeno per i dispositivi audio, solo col tempo potremo vedere se tutti i componenti avranno longevità pari o inferiore a quelli vecchi, incrociamo le dita.

Passiamo dunque al suono, che ti ho già detto essere molto diverso dalle versioni precedenti: se il vecchio OCD si era affermato sul mercato per essere un pedale molto presente sui medi, questo invece è molto più equilibrato e presente particolarmente sui bassi. Il suo suono è addirittura molto simile al Diezel VH4, pedale e testata utilizzati prevalentemente da musicisti hard rock e metal, e come mi aspettavo si comporta ottimamente se lo si utilizza per suonare riff con l'aggiunta di un'ottava bassa per simulare un basso distorto, per esempio tramite il Digitech Whammy, oppure con la chitarra accordata direttamente in Do. In questi casi ovviamente bisognerà utilizzare il potenziometro Tone per ottimizzare un po' meglio l'equalizzazione.
Che dire, personalmente reputo il mio Fulltone OCD V1.2 insostituibile, ma devo dire di aver già trovato un ottimo feeling con quest'ultima versione e credo che presto lo affiancherò al suo predecessore nella mia pedaliera principale e non posso fare a meno di consigliarti di provarlo appena ne avrai occasione!

Pedali e chitarre IN VENDITA

pool 293Ho sempre della strumentazione interessante in vendita, ti consiglio di dare un'occhiata alla mia pagina su mercatino musicale e vedere se c'è qualcosa che possa interessarti!

Tutti i marchi e le immagini appartengono ai legittimi proprietari.
Testi: © 2014 - 2017 Copyright Alberto Dessì. Vietata la copia anche parziale.
Note Legali - Privacy - Cookie Policy

facebook youtube Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, necessari per il suo funzionamento e utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.